Diffamazione/2

A VOLTE sono gli stessi genitori a diffondere dati sensibili sul minore. Questa loro scelta comunque non autorizza il cronista a rivelare il nome, l’immagine, l’indirizzo di casa del bambino o della bambina. A meno che questi minori non siano spariti. In questa circostanza eccezionale, pubblicare la foto o mostrarla al telegiornale aiuta le forze dell’ordine e la famiglia nelle disperate ricerche. Il video intervento descrive anche le regole a tutela della privacy delle persone (Vip inclusi), soprattutto oggi quando un qualsiasi cellulare anche low cost è capace di fotografare e filmare.